Grandi vini bianchi del Nord Italia: Gavi DOCG

0
30

Il Nord Italia, oltre a essere terra di grandi spumanti Metodo Classico e di famosi vini rossi, basti citare il Barolo e l’Amarone, è anche una regione molto vocata per la produzione di vini bianchi. Non è facile scegliere pochi vini in un territorio così ampio e con così tante eccellenze. Tuttavia la preferenza è andata ai vini simbolo di un territorio o espressione di vitigni autoctoni tipici di una particolare zona.

Se conosciamo il Piemonte soprattutto per i grandi rossi delle Langhe, non possiamo tralasciare la sua anima bianchista, che si esprime con molti vitigni interessanti, in particolare il cortese di Gavi.

image

Gavi DOCG

La denominazione Gavi Docg comprende il territorio di numerosi comuni dell’area collinare di Alessandria.

Si tratta di un vino bianco, declinato anche nelle versioni riserva e spumante, prodotto con il vitigno cortese in purezza. Una varietà a bacca bianca coltivata da secoli in tutto l’alessandrino e che nella zona di Gavi raggiunge livelli di particolare eccellenza. Tanto che è prevista addirittura la dicitura “Gavi del Comune di Gavi” a sottolineare la qualità della produzione dell’area storica del cortese.

Il territorio si trova nella zona sud-orientale del Piemonte, verso il confine ligure. Le colline, che salgono verso i primi rilievi appenninici, offrono belle esposizioni soleggiate. Il clima mite, con buone escursioni termiche e con l’influsso benefico delle brezze del mare, offre un habitat ideale per la coltivazione della vite. I terreni poveri, con forte presenza di calcare, si sono rivelati particolarmente adatti alle uve a bacca bianca. Grazie a queste favorevoli condizioni pedoclimatiche, il cortese esprime vini con eleganti note floreali, intensi aromi fruttati e sentori minerali. Un vino molto piacevole da consumare giovane, ma che possiede anche un buon potenziale d’invecchiamento, con evoluzione aromatiche verso note terziarie di raffinata complessità.

Rispondi